Cantine Santa Barbara - Vini del Salento

Le tre generazioni dei Giorgiani

Tre sono le generazioni dei Giorgiani che si sono avvicendate alla guida di questa prestigiosa azienda del Salento. Grandi conoscitori della vite e dei suoi frutti, i membri di questa famiglia si sono dedicati con passione, di decennio in decennio, investendo tempo ed energie nell’affinamento del proprio vino. I Giorgiani amano fare tutto questo da sempre, nel rispetto della tradizione, senza mai trascurare la continua evoluzione del gusto degli amatori, così che ai vitigni autoctoni, di cui sono dei veri cultori, continuano ad affiancare, molto degnamente, alcuni dei più prestigiosi vitigni internazionali che nelle terre assolate, ma rigogliose del profondo sud della Puglia rivelano una potenzialità straordinariamente particolare.

Negli ultimi anni, proprio nelle Cantine Santa Barbara il papà Pietro Giorgiani, presidente ed enologo, ha selezionato  e messo a punto la vinificazione, nobilitando un’uva particolare ormai dimenticata dai più: l’amato Susumaniello.

Marcella e Maria Rosaria

Le tradizioni riguardanti il vino nel Salento sono millenarie; basti pensare alla partenza delle navi dei mitici coloni greci, cariche di anfore colme di prezioso nettare che trasportavano  in tutto il Mediterraneo.

Le Cantine Santa Barbara, moderne e funzionali, sono diventate anche la sede più appropriata della Fondazione Museo Enologico “Ercole Giorgiani”, un motore di cultura presieduto da Pietro Giorgiani, coadiuvato da oltre un decennio in azienda dalle figlie Maria Rosaria e Marcella, mantenendo così ben salde le radici nel territorio di San Pietro Vernotico. Ed è proprio nel territorio sampietrano che si trovano le Cantine Santa Barbara, i vigneti e gli impianti enologici per la produzione, l’affinamento, l’imbottigliamento e la distribuzione del mitico e delizioso prodotto, tanto caro a Dioniso. È un compito veramente arduo il voler descrivere in poche righe ciò che decenni di immensi sacrifici, fiduciose speranze ed ottimistiche previsioni hanno caratterizzato il lavoro certosino della famiglia Giorgiani.

Nel 1982 Luigi Veronelli, famoso ed illustre enogastronomo, nel “Catalogo dei migliori vini del mondo” segnalò, tra le due o tre cantine pugliesi, anche la Santa Barbara. Attualmente, le Cantine producono ogni anno circa 2 milioni di bottiglie.

Salento Rosato

Denominazione di Origine Controllata
12,5% vol

Colpisce per il suo colore salmonato frutto di abile vinificazione e lunga esperienza. Si ottiene da Negroamaro e Malvasia Nera. Spicca per il suo gusto fresco, equilibrato, piuttosto sapido. Predilige formaggi freschi, stuzzichini salati, patè di olive. Da consumarsi giovane. Servire fresco a 10-12 ° C.

This rosè surprise for its salmon colour, product of skilful wine making and long experience. From Negroamaro and Malvasia Black grapes, has a fresh taste, well balanced and savoury. To be consumed when young, with fresh cheese, olives pâté. Serve at 10-12 ° C (50-54° F).

San Pietro Vernotico

Terra di rigogliosi vigneti

 

Nella Piana che conduce nell’assolata Terra del Salento, incuneata tra le provincie di Brindisi, Taranto e Lecce, sorge una operosa cittadina rurale, San Pietro Vernotico, forse l’antica ‘pabula vernatica’ dei documenti diplomatici medievali, il cui significato potrebbe essere molto vicino a quello di “terre rigogliose, ricche di vigneti”. E` proprio in San Pietro Vernotico si trovano le Cantine della Cooperativa Agricola “Santa Barbara”, nel centro di una terra in cui la natura, regalando ad essa un clima temperato, ha favorito la crescita incontrastata di vigneti ricchi di uve pregiate che da secoli, senza interruzione, hanno spiegato, chiarendola, la particolare storia culturale del luogo. A San Pietro Vernotico si coltivano infatti alcuni tra i più pregiati vitigni, dai quali si estraggono, a vanto della nostra produzione, il “Brindisi D.O.C.” e lo “Squinzano D.O.C.”, vini da veri intenditori, poiché dotati di profumi e bouquet inimitabili. Altra nostra produzione degna di vanto è quella legata ai tipici vini del Salento: il “Bianco” ed il “Rosato” sono difatti vini di grande qualità, prodotti con moderne tecnologie, ai quali si arriva soltanto dopo una attenta selezione degli uvaggi. Il gioiello delle nostre Cantine, prodotto in quantità limitata, data la sua particolare lavorazione, nonché la lunga maturazione in botti di rovere è tuttavia il “Barbaglio”: un vino rosso dalle caratteristiche tipiche degli uvaggi “Negro amaro” e “Primitivo”. Coronano infine la nostra produzione di vini un ottimo “Spumante” ed una “Grappa” eccellente, che rappresentano il frutto di una nostra attenta strategia di consolidamento dei prodotti, mirati tutti ormai ad una clientela sempre più interazionale.